4 consigli per portare il tuo business online in modo efficace

4 consigli per portare il tuo business online in modo efficace

Essere online è il primo passo per rimanere aggiornato e permettere al tuo business di essere competitivo sul mercato. Probabilmente avrai già una tua strategia di marketing, un sito e magari i tuoi social network aziendali attivi con qualche follower che puntualmente commenta i tuoi contenuti. Questo però aiuta le tue vendite o trova nuovi clienti? Se non sei sicuro della risposta allora questo è il posto giusto.

Ecco alcune semplici regole per iniziare alla grande il nuovo anno con una digital strategy veramente efficace. Il primo passo è infatti quello di avere ben chiaro il percorso da seguire e piano piano i risultati arriveranno, cresceranno i tuoi contatti e la visibilità del tuo brand. Se sarai stato bravo allora sarai riuscito anche a raggiungere il tuo target, ossia quegli utenti che possono convertirsi in clienti e far aumentare le tue vendite.

1) Ottimizza il tuo sito

Hai già un sito web? E’ ottimizzato per la SEO & SEM? Se non hai capito di cosa stiamo parlando allora leggiti la nostra guida qui: 3 consigli per migliorare la SEO. Se la risposta è sì, hai superato il primo punto, ma il tuo sito potrebbe aver bisogno di un aggiornamento. Se infatti la vostra attività non compare nella prima pagina dei risultati geolocalizzati per la tua parola chiave durante la ricerca organica su Google, potresti prendere in considerazione l’idea di aggiornare le tue impostazioni SEO o creare un blog aziendale per portare traffico e aumentare l’attendibilità del tuo sito!

2) Crea il tuo blog aziendale con una strategia e un piano editoriale

Con i blog non si guadagna? Sbagliato, i blog sono un buono strumento per farti conoscere dai potenziali clienti, creare senso di affidabilità e aumentare la credibilità del tuo brand. E’ ormai risaputo che l’80% dei consumatori non accetta offerte o azioni di marketing da parte di aziende che non conoscono. Prima di acquistare, il consumatore si informa sul venditore, online come offline. Il blog è uno degli strumenti principali per veicolare contenuti online, per arrivare al tuo target con la velocità di un click.

Scrivere qualche news e diffonderla sui tuoi social tuttavia è solo la semplificazione del lavoro che c’è dietro a un blog aziendale. Senza un piano editoriale preciso e una strategia non si riuscirà mai a monetizzare con un blog. Importante è la frequenza, almeno un paio di post a settimana, soprattutto nei primi mesi ti serviranno per educare e intrattenere i tuoi lettori, farti conoscere. I tuoi clienti, prima di essere tali, vogliono essere educati e informati, ma soprattutto dovrai saper catturare la loro attenzione. Pensa in grande, valuta l’idea di creare un e-book o un pdf da far scaricare ai tuoi visitatori in cambio dei loro dati (almeno nome, cognome, indirizzo e-mail). Da questi dati avrai la possibilità di creare un database per contattare i tuoi visitatori in futuro: tramite una newsletter o promozioni a loro dedicate. Valuta inoltre l’idea di sfruttare AdSense, affiliazioni, sponsorizzazioni, corsi, info-prodotti. I risultati non saranno immediati, ma il ritorno, se si sarà fatto un buon lavoro, arriverà sicuramente.

3) Trova l’e-commerce giusto

Se la tua attività si presta a un servizio di vendita online, allora non puoi fare a meno di implementare la tua presenza sul web con una piattaforma e-commerce.

Una piattaforma di e-commerce è un sito web che consente alle persone di acquistare i tuoi prodotti o servizi interamente online, in grado di automatizzare per l’imprenditore molte procedure, velocizzando così il servizio. Gli ordini ti verranno notificati in tempo reale e potrai decidere di impostare delle risposte standard per il primo contatto con il cliente che deve essere tempestivo e preciso nelle informazioni. Una soluzione di vendita online all-in-one. Attenzione tuttavia alle politiche di sicurezza necessarie. Leggi la nostra guida: Google dice che il tuo sito non è sicuro?. Un suggerimento: non sottovalutare gli utenti mobile. La usabilità del tuo sito deve essere ottimizzata anche per i tuoi potenziali clienti che accedono al tuo e-commerce con il loro smartphone.

Tra le piattaforme e-commerce meglio recensite troviamo:

  • Shopify
  • Magento
  • Woocommerce
  • Bigcommerce
  • Volusion

4) Determina un budget da investire nella tua strategia di marketing

Il marketing è diventato il 75% del processo che porta alla vendita di un prodotto o servizio perché ha lo scopo di attirare l’attenzione dei potenziali clienti, comunicare in modo efficace con loro. Una strategia di marketing per essere efficiente dovrà sempre avere come pilastri i tre passaggi fondamentali:

  1. Traffico (al tuo sito web);
  2. Conversione (trasformare i visitatori in clienti)
  3. Economia (iniziare a monetizzare)

Questa premessa ci serviva solo per far capire l’importanza del processo di marketing al fine della vendita. Se la comunicazione con il cliente, prima – durante – post, è ormai fondamentale, ecco che diventa importante capire quanto budget destinare a questo processo.

I social sono il primo mezzo che ti permette di raggiungere il tuo target. Da valutare quindi quali canali possono portare traffico al tuo sito. I più famosi e performanti sono sicuramente:

  • Facebook Ads
  • Google Adwords
  • YouTube Ads
  • LinkedIn
  • Campagne DEM (Direct Email Marketing: grazie a tutte quelle e-mail raccolte con il tuo blog di cui parlavamo nel primo punto, crea il tuo blog)

Una volta scelto su quali canali puoi veicolare i tuoi prodotti e servizi, ricorda che difficilmente venderai a freddo (ossia a persone che non ti conoscono). Torniamo quindi all’importanza di aprire un blog con una buona strategia e piano editoriale. Le statistiche ci dicono che il 97% degli utenti abbandona il sito senza acquistare, il 67% degli utenti acquisterà invece in un secondo momento. Per quanto buona possa essere una strategia di marketing, da non sottovalutare mai è la qualità di quello che state offrendo. Nessuna ottima pubblicità online vi può salvare se dietro non c’è la sicurezza del prodotto.

Una volta capito questo, possiamo andare a definire il budget da destinare al nostro piano marketing. La percentuale ottimale, rispetto al fatturato previsionale che si vuole ottenere dovrebbe essere tra il 5% e il 10%:

  • Intorno al 5% per le aziende che sono in un mercato non troppo competitivo.
  • Intorno al 10% per le aziende che hanno molta competizione nel settore e devono quindi avere maggiore visibilità.
  • Per le startup si investe in media tra il 20% al 30% nei primi anni, per emergere rispetto alla moltitudine di realtà e farsi un proprio spazio ben definito. Inutile competere con i colossi, il nostro consiglio è: specializzati in quello in cui sei più bravo e fai percepire il tuo valore!

Questi sono solo i primi ma fondamentali passaggi per raggiungere una buona presenza online e iniziare a veder crescere le proprie vendite. La chiave del successo resta tuttavia e sempre la personalizzazione e l’attenzione verso il cliente.

Abbiamo elencato 4 punti che possono essere tuttavia solo una guida, ogni attività ha le proprie esigenze, e quello che può andare bene per il tuo competitor, forse non è proprio adatto a te. Per sviluppare una buona strategia di marketing ci vuole tanto studio e pazienza. Rivolgersi a dei professionisti per una consulenza può aiutare a indirizzarsi sulla strada giusta, senza perdere tasselli fondamentali del processo, ma soprattutto, sapendo analizzare tutti i dati provenienti dalle tue campagne di marketing per poter aggiustare il tiro la volta dopo. La strategia vincente è infatti quella di sperimentare, sperimentare e sperimentare, ma ben consapevoli di dove si è arrivati e di dove si vuole arrivare.

Vuoi una consulenza più dettagliata? La web agency Dedeho ti invita per un check up gratuito.

Scrivici una mail e ti chiamiamo quando vuoi!
Dacci appuntamento per sapere la nostra soluzione per la tua digital strategy.