fbpx
Email Marketing, perché è ancora importante?

Email Marketing, perché è ancora importante?

Tempo di lettura: 4 minuti

Come implementare la propria strategia di comunicazione? Aziende, professionisti e attività commerciali potrebbero raggiungere tassi molto più alti di conversione, e quindi di vendite, se ci si dotasse di pazienza per studiare una vera strategia che raccolga in modo efficace gli indirizzi email dei propri clienti o potenziali clienti!

L’Email marketing è una forma di marketing diretto per distribuire comunicazioni via email. Ci sono le DEM e le Newsletter: le prime sono direct email marketing,  inviate a fini pubblicitari e in modo saltuario, quando appunto ci sono promozioni o nuovi prodotti da presentare; le seconde invece sono messaggi che vengono inviati in modo costante nel tempo a tutti coloro che si sono iscritti al servizio sul tuo sito web.

L’EMAIL MARKETING NON E’ MORTO

Questa strategia di comunicazione sta evolvendo, non ci sono certo gli stessi tassi di apertura e conversione di 10 anni fa, ma questo non vuol dire che sia una strategia morta o che sia diventata irrilevante. In media 1/3 degli utenti della email list apre effettivamente l’email. Può tuttavia capitare che un buon messaggio, che cattura l’attenzione, possa raggiungere anche tassi di apertura del 60%.

Perché quindi fare Email Marketing? Rispetto a una promozione recapitata sui social ai tuoi utenti o tramite Google Ads, l’Email Marketing può essere tra i principali fattori di fidelizzazione dei clienti. Raggiunge livelli più alti di intimità, può generare quindi lead di qualità, aumentare i profitti e aumentare la consapevolezza del marchio.

COME SCRIVERE UNA BUONA EMAIL?

Il tasso di apertura, detto open rate, indica il numero di email aperte rispetto al totale di quelle recapitate alla tua email list. Cosa influenza il tasso di apertura?

  • Prima di tutto c’è l’oggetto dell’email: deve essere specifico, puntuale e dettagliato oltre che accattivante. Se ci si pensa, infatti, è la prima cosa che l’utente legge ed è lì che ci si gioca buona parte delle letture. La lunghezza dell’oggetto, inoltre, sembra influire positivamente sull’apertura delle e-mail. Si sfata così il mito dell’oggetto corto come buona pratica.
  • Influisce anche il pre-header, il sommario che viene visualizzato in anteprima. Questo deve essere da supporto all’oggetto, quindi approfondendo in poche righe quanto detto. Un po’ come il sottotitolo di un articolo.
  • Infine si può fare la personalizzazione dell’oggetto che alza l’attenzione del lettore. Questo è possibile inserendo il nome del destinatario grazie a piattaforme di automazione come Mailchimp, MailerLite, Sendinblue e altri che offrono a prezzi accessibili la possibilità di creare email accattivanti anche esteticamente e inviare automaticamente le DEM.

Il CTR o click-trough-rate, è invece il numero di clic sui link presenti della email diviso per il numero di e-mail recapitate. Cosa indica? Beh il tasso successo della tua email rispetto all’azione che vogliamo far compiere, che sia atterrare su una landing page o su un prodotto nel tuo sito web. A differenza del tasso di apertura che viene influenzato da pochi ma fondamentali elementi, come abbiamo visto, il tasso di click viene determinato da:

  • Il contenuto. Sembrerà banale ma se il testo e l’offerta promossa non è invitante per l’utente non c’è speranza di veder convertire in vendite. Il testo deve essere disposto in modo ordinato, pulito e chiaro. In rilievo deve esserci il contenuto principale così da catturare l’attenzione e spingere a continuare la lettura. Deve essere ben chiaro subito cosa si sta proponendo, meno giri di parole e dritti al punto!
  • Le immagini. Non basta una bella foto, questa deve essere anche in armonia con il testo e la struttura della email. In caso di visualizzazione in anteprima, le immagini devono avre “alt tag” in modo da anticipare il contenuto del messaggio. Può essere utile usare  GIF animate mentre per i video è meglio creare un’anteprima foto che riporti al video esterno alla email, grazie a un link, perché i video potrebbero non essere visualizzati nel modo corretto da alcuni client di posta degli utenti.
  • Call-to-action. Aspetto fondamentale che non deve quindi mancare è il bottone che inviti all’azione. La CTA deve essere sempre visualizzata correttamente in qualsiasi casella di posta e riportare ai giusti link. Fate più prove prima di inviare la email definitiva ai vostri utenti.

COME CHIEDERE L’AUTORIZZAZIONE A INVIARE EMAIL

Ci sono due modalità per avere il permesso a poter contattare gli utenti.

La prima è Double opt-in: l’utente compila un form e dichiara così di essere inserito nella tua lista contatti cliccando su un link nel sito web. Sarebbe opportuno che il software per l’Email Marketing invii poi immediatamente e in modo automatico una mail di confermare. Finché l’utente non clicca sull’email di conferma non sarà inserito nel tuo database. Questo permette di avere lead di qualità e di utenti veramente interessati.

La seconda alternativa è Single opt-in: l’utente chiede di essere inserito nel databas come nella prima alternativa ma non deve dare conferma della sua richiesta. Con un solo click dopo la compilazione del form, quindi, l’utente sul tuo sito web accetta di venire contattato. In questo modo il proprio database potrà crescere in modo più veloce ma forse non tutti gli utenti iscritti sono poi così in target.

Esiste poi un’altra modalità ma questa non è accettata e prevista dal GDPR dell’Unione Europea. L’utente non richiede l’iscrizione alla lista, ma quando riceve una mail ha la possibilità di disiscriversi (di solito in una piccola frase inserita in fondo al corpo della email). Ovviamente questa è l’opzione da non scegliere se si vuole essere professionali e non infastidire gli utenti. Ecco anche perché non è quasi mai conveniente comprare email list anche quando il prezzo offerto sembra invitante. Sono davvero nel mio target tutti quegli indirizzi? Chi sono questi utenti? Come sono stati presi i loro contatti? Meglio costruirsi il proprio database con pazienza ma con la certezza di avere qualità.

Vuoi una consulenza più dettagliata? La web agency Dedeho ti invita per un check up gratuito.

Scrivici una mail e ti chiamiamo quando vuoi!
Dacci appuntamento per sapere la nostra soluzione per la tua digital strategy.