fbpx
Go to Market: lanciare un prodotto sul mercato con una strategia professionale

Go to Market: lanciare un prodotto sul mercato con una strategia professionale

Tempo di lettura: 3 minuti

Quali sono le azioni necessarie per lanciare un nuovo prodotto sul mercato? Dalla risposta a queste domande si gioca il successo di una strategia per la propria azienda.

Ci sono risorse e minacce da valutare che possono influenzare la buona riuscita del lancio. La soluzione è realizzare una buona strategia di Go To Market per iniziare nella giusta via. Come?

Per capire come iniziare a elaborare una strategia bisogna tenere a mente dei fondamentali: le persone non ti conoscono, non sanno se fidarsi e quale loro necessità soddisfa il tuo prodotto; e poi c’è la necessità di costruire un brand solido e la conseguente brand awareness.

Leggi: Marketing: cos’è la Brand awareness e alcuni consigli

Per far sì che le persone si interessino al tuo prodotto dovrai costruire uno storytelling del tuo brand, la tua immagine. Chi sei? Cosa fai? Perché dovrebbero comprare da te. Ma prima di poterlo fare serve aver studiato il proprio target di riferimento.

TARGET E CONTESTO

Il primo passo è studiare il target, ossia i tuoi potenziali clienti tipo. Quali sono le loro esigenze? A cosa si interessano generalmente? Età, area geografica, riferimenti culturali, livello di benessere: sono tutti elementi che bisogna conoscere prima poter iniziare a pensare anche solo a come parlare al tuo pubblico.

Serve quindi realizzare, o far realizzare, un’analisi di mercato, che sarà la tua base di partenza. Legate a questa ricerca ci sono anche le parole chiave del tuo prodotto per il pubblico di riferimento: meglio nota come keyword research. Attraverso gli strumenti SEO, al fine dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, puoi scoprire cosa scrivono gli utenti per trovare i servizi e prodotti simili o del tuo settore.

Uno sguardo anche ai trend generali delle ricerche degli utenti su Google poi non può far male. Il pubblico al momento è interessato al tema/prodotto? Qual è il volume di queste ricerche? Può capitare di scoprire che il momento può non essere adatto e la soluzione può essere semplicemente rimandare il lancio: pensiamo ai prodotti stagionali o che inseguono alcune mode.

Al lavoro di analisi segue lo studio del contesto in cui ti vai a inserire. Per prima cosa quindi serve l’analisi della concorrenza: chi altri vende prodotti simili? Come si comportano? Cosa fanno? Dovrai quindi essere in grado di dare un nuovo punto di lettura, cosa ti differenzia dagli altri?

Raccolte le informazioni, si dovrà poi lavorare su se stessi e il proprio prodotto. Entra in gioco l’analisi Swot.

ANALISI SWOT

L’analisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities e Threats ) è una tecnica per scoprire e valutare le proprie forze, debolezze, opportunità, minacce.

Ci sono quattro aree da riempire: punti di forza, punti di debolezza, opportunità e minacce.

Forze e debolezze sono aspetti che riguardano la sfera interna dell’azienda o del prodotto. Opportunità e minacce invece sono fattori esterni che avrete scoperto dall’analisi di mercato.

Dall’equilibrio di questi elementi potrai capire come una minaccia può trasformarsi in opportunità e limare i punti deboli, esaltando le forze con una comunicazione efficace. Un prezzo più alto rispetto i competitor, per esempio, non è sempre penalizzante, pensa a come far emergere la tua esclusività o qualità che giustifica il costo.

analisi swot

PREPARARE IL LANCIO

Il tuo linguaggio per catturare il lettore e i canali per veicolare i tuoi messaggi devono essere mirati al tuo target, il tuo cliente tipo. Questo lo avrete capito dall’analisi del target. Inutile dire che se volete proporvi anche all’estero dovrete adattare il messaggio non solo alla lingua straniera ma anche al livello di conoscenza che possono avere sull’argomento e alle influenze culturali.

Non sempre sarà sufficiente lanciare qualche campagna Facebook ADS, una strategia a 360 gradi dovrebbe comprendere più canali, anche per una fase di riscaldamento del pubblico: marketing online ma anche offline nel caso, lanciare contenuti potenzialmente virali o appoggiarsi alla collaborazione di inflencer. Pensa a un blog aziendale o di settore, collaborazioni con giornali o siti web per informare il tuo pubblico e alimentarlo.

Questo è solo l’inizio del lavoro. Una volta lanciato il prodotto e scelta la strategia l’obiettivo sarà quello di mantenere o far crescere l’interesse. Andando avanti nel percorso e dopo aver testato le prime mosse non sottovalutare la potenzialità del referral marketing, che si serve del “passaparola” per raggiungere nuovi potenziali clienti. Fa leva sulle esperienze dei clienti e mostra l’autenticità di quello che vendi.

Progettare una strategia di vendita a 360 gradi, come si sarà capito, non è un lavoro che può essere fatto improvvisando o andando passo per passo senza avere il quadro d’insieme. Il rischio è quello non solo di prendere capitale e risorse, ma anche la credibilità per futuri progetti.

Vorresti anche tu lanciarti in una nuova sfida per la tua attività? Chiedici una consulenza gratuita per scoprire quello che potresti creare con una strategia strutturata ed efficace.

Vuoi una consulenza più dettagliata? La web agency Dedeho ti invita per un check up gratuito.

Scrivici una mail e ti chiamiamo quando vuoi!
Prendi appuntamento per sapere la nostra soluzione per la tua digital strategy.